Informativa sui Cookies

Category Archives: Social

Facebook piace alle PMI italiane? Aumentano le fanpage ma…

 

Be social Facebook piace, piace a oltre 2milioni di Piccole e Medie Imprese nel mondo. Crescono sul noto social network le fanpage dedicate alle PMI. Anche in Italia Facebook inizia a piacere alle PMI, grazie ai servizi offerti dal social network è facile trovare nuovi clienti, è semplice passare informazioni aziendali ed offerte idonee ai propri fans, è quasi spontaneo dialogare con i clienti e magari coinvolgerli in azioni di marketing ma c’è un ma.

Una pagina social aziendale non può essere curata in modo casuale. Non di rado le fan page made in Italy sono disordinate, poco comprensibili e senza una chiaro piano gestionale, non di rado infatti si affida la gestione del social ad un lavoratore dell’azienda assunto per tutt’altra mansione.

Dare in gestione la propria pagina FB ad un social media manager, ad un social manager, ad un esperto di social e comunicazione è il valore aggiunto che permette di ottenere risultati dimostrabili.

Read More →

Influencer? Ma chi è ? Nuova figura del web marketing?

Influencer? Ma chi è ? Nuova figura del web marketing? Come sarà il web marketing del presente? Cosa influenza il 2015? Sicuramente grande importanza per il marketing e per i brand sarà quella degli influencer. E’ già partita la caccia all’influenzatore ovvero all’influencer.

Un influencer è colui che può influenzare, convincere, orientare. In media l’influencer è colui che nei social network è molto noto, riesce ad avere molti contatti e a coinvolgere.

Una nuova figura? Una nuova professione? Può essere!

Da Facebook a Twitter ma anche su  Youtube e altri social gli influencer iniziano ad essere corteggiati anche in Italia. Posizionare bene e al meglio un prodotto è possibile anche per la capacità di coinvolgere dell’influencer. Anche sul Financial Times si parla del “social media influencer” una figura che grazie al numero di followers può cambiare la visione del marketing.

Read More →

Evita il licenziamento, usa bene i social network

I social devono essere usati in modo consapevole, sempre. In Italia è un crescendo di querele causate da commenti azzardati in rete, e, a causa di commenti poco attenti c’è persino chi perde il lavoro. Possibile? Sì, molto reale.

Web journalist o web writer. Cosa cerchi?Se siete costantemente su Facebook, se usate Twitter, evitate gli sfoghi e le lamentele, pesate ogni parola e sicuramente la vita vi sorriderà. I social network oggi sono una grande piazza virtuale, prima dei social nessuno mai si sarebbe azzardato ad ingiuriare in pubblica piazza qualcuno ma su FB e Twitter ingiurie e calunnie pare siano all’ordine del giorno, meglio però far attenzione e magari scrivere in privato il parere negativo .

E’ accaduto in Sardegna, a Villacridro, pochi giorni fa, un dipendente di una nota azienda è stato stato licenziato per aver messo un like su un post di Facebook che il datore di lavoro ha ritenuto «denigratorio e diffamatorio». Un altro fatto simile è avvenuto alla Nestlè (Perugia) che, dopo un confronto con i sindacati, ha deciso di far rientrare il licenziamento di una dipendente, allontanata dal lavoro per un post su Facebook.

A volte un mi piace, un like ed un commento possono costare veramente caro. Perchè rischiare?

Read More →

Social media e nuovi clienti: ecco a cosa serve essere ben rappresentati online

Social-Media-StrategyQuanto ti contatta un nuovo cliente la prima domanda è “ma è vero che con i social network possono arrivare nuovi clienti?” ” Che garanzie ho?”

In genere non dò mai garanzie, ma è di certo una grande soddisfazione per me quando una azienda trova nuovi clienti grazie al mio operare sui social.

Come ottenere ottimi risultati? Sicuramente il modo migliore per ottenere ottimi risultati su un social network è riuscire a stimolare in modo positivo  l’engagement  ovvero la partecipazione degli utenti  che arrivano sulla pagina.

Come farlo? Con idee accattivanti ma anche e sopratutto con un ottimo rapporto che va instaurato tra il social media manager ed il proprio cliente.

Read More →

Rivoluzione social anche nel giornalismo

Articolista web: ecco chi èE se dopo la rivoluzione digitale il mondo del giornalismo dovesse scontrarsi con la rivoluzione social? Ci avete mai pensato? Nei fatti è tutto già accaduto ma la certezza la si ha  leggendo il Digital News Report 2014 . Social sono il miglior modo di stare sulla notizia. 

L’analisi è stata compiuta da  Reuters Institute for the Study of Journalism di Oxford  che ha rilasciatoil rapporto Digital News Report, nel 2014 è sorpresa, ma forse nemmeno troppo: nel 2014 la notizia corre sui social, e tra i vari mezzi di condivisione appare anche Whatsapp.

Non solo Facebook, il noto social network ma anche Paper la nuova piattaforma di FB  viene usata dai più per cercare notizie, persino per farle, mentre la fonte più amata dai giornalisti risulta essere Twitter, molto meno inveceYouTube (15%). I

Intanto se prima si pensava al giornalismo come un lavoro fatto all’interno di una redazione con un team consolidato ora grazie ai social il giornalista riesce persino ad emergere se poi alla pratica giornalistica si aggiunge una buona conoscenza dei social, o la collaborazione di un social manager allora nasce persino la notizia virale che riesce a cavalcare la rete con una potenza a dir poco triplicata rispetto alle normali notizie.

Instagram il valore in più di una campagna marketing tutta social

Instagram il valore in più di una campagna marketing tutta social In rete i social sono veramente tanti. Utile come sempre è puntare su Facebok, FB nonostante sia criticatissimo non può essere dimenticato da chi fa social media management e sopratutto da chi cerca una ottima merge di soluzioni web marketing, in genere poi si pensa a Twitter ma da qualche tempo ecco che diventa necessario l’utilizzo di Instagram.

Instagram si pensa possa essere utile solo per pubblicizzare e condividere eventi musicali o culturali, le foto è vero in quel settore hanno una importanza di rilievo ma le aziende che vogliono ottenere un ottimo successo non possono prescindere da avere anche un account Instagram, anche da lì passa la promozione.

Ad oggi Instagram in Italia è usato pochissimo ancora è in forma sperimentale ma chi lo utilizza ha già i primi successi anche perchè una bella foto istagrammata e taggata e con i relativi # immediatamente viene divulgata anche sui social collegati all’account e sul news feed è possibile che tutti anche amici e non amici, fan e non fan possano vedere la foto. Dunque perchè non sfruttare questa opzione? 

Read More →

Be Social? Quale social network scegli? Puntare su FB?

Be social Be social Be social Be social.Essere sui social network ormai è un must. Una azienda però come può scegliere il social network dove investire meglio per la propria pubblicità. Se per il brand è meglio essere ovunque ci sarà poi il giusto social network da scegliere.
Sicuramente Facebook resta il social più amato e più frequentato dunque pensare ad una ottima visibilità anche su FB non è male. Sembra infatti che oltre l’82% degli utenti della rete possegga un account su FB e almeno il 48% di essi lo utilizza quotidianamente.
Quale miglior sistema per far conoscere un prodotto, un brand, un evento se non FB? In pochi click l’annuncio advertising arriverà direttamente sulle bacheche del target scelto.
Inizia a prendere piede anche Google + sebbene qui la pubblicità non sia tanto ambita ed ancora di va a cerchie di contatto, è vero però che un ottimo social manager può sfruttare i propri contatti per dare lo sprint necessario alla viralizzazione di una notizie. Importante e forse prioritario è Twitter che si può persino collegare alla pagina FB generando così diffusione di notizia e sopratutto creando contatti da sfruttare.
Buona cosa poi si rilevano anche dei passaggi su Youtube ma qui è necessario avere le competenze tecniche atte a creare degli ottimi filmati. La qualità infatti in comunicazione premia ed è inutile costruire un video homemade per promuovere un azienda, un brand, un prodotto che deve avere successo,
Interessante può essere sperimentare anche spazi come  LinkedIn, Instagram, Pinterest, MySpace, Orkut e Tumblr.
Istagram diventa uno dei social più ambiti del 2014 e si rileva importante per promuovere eventi, spettacoli e moda, a seguire, dedicato al un pubblico più femminile arriva Pinterest mentre LinkedIn può essere utile per la creazione di uno spazio aziendale che deve diventare punto di riferimento per tutti coloro che lavorano nell’azienda che si promuove in rete.

Read More →

Marketing e campagne con Whatsapp? Possibile

marketing whatsappIn occasiondelle mie ultime collaborazioni ho provato ad utilizzare, oltre ai noti social network (Facebook, Twitter) anche Whatsapp la famosissima app di comunicazione istantanea.

Ho così potuto sperimentare l’utilità di Whatsapp in una campagna elettorale ed anche in una campagna pubblicitaria  svolta in modalità di digital pr per la presentazione ed il download di un’app gioco.

Whatsapp in entrambi i casi si è rivelata molto utile e personalmente  ritengo che il suo uso possa essere sperimentato anche in altre attività di marketing. Il servizio di messaggistica offerto da Whatsapp è immediato e sopratutto semplici, gli istant message sono  si leggono subito e sopratutto se ben scritti ed accattivanti si rilevano  di rapidissima condivisione. Se al testo si aggiunge una immagine o in video la condivisione può essere stimolata maggiormente.

Read More →